Countryside, The Future, Guggenheim NY, Feb 2020.

Countryside, The Future: come l’Agricoltura diventa Arte. Nella massima espressione di Architettura organica Red Koolhaas adatta installazioni di coltivazione indoor.

Dal 2020 le piante di pomodori cresceranno nel Guggenheim Museum di New York. Nell’esposizione “Countryside, The Future” creata in collaborazione con Rem Koolhaas, saranno mostrate varie soluzioni di coltivazione all'interno e all'esterno del museo.

“Countryside, The Future: una Esposizione che affronta urgenti questioni ambientali, politiche e socioeconomiche”.
Con questo claim il Guggenheim descrive la nuova mostra che si aprirà il 20 febbraio 2020. "Esplorare i cambiamenti radicali nei territori rurali, remoti e selvaggi identificati collettivamente qui come" campagna", ovvero il 98% della superficie terrestre non occupata dalle città, con un'installazione a tutto tondo basata sulla ricerca originale."

Estratto dal Comunicato Guggenheim:
“Countryside, The Future, è una mostra che affronta urgenti questioni ambientali, politiche e socioeconomiche attraverso l'obiettivo dell'architetto e urbanista Rem Koolhaas e Samir Bantal, direttore di AMO, il think tank dell'Ufficio per l'architettura metropolitana (OMA). Una mostra unica per il Museo Guggenheim, La campagna, Il futuro esplorerà i cambiamenti radicali nei territori rurali, remoti e selvaggi identificati collettivamente qui come "campagna" o il 98% della superficie terrestre non occupata dalle città, con una piena rotonda installazione basata sulla ricerca originale. Il progetto presenta le indagini di AMO, Koolhaas, con studenti della Harvard Graduate School of Design; la Central Academy of Fine Arts, Pechino; Università di Wageningen, Paesi Bassi; e l'Università di Nairobi. La mostra esaminerà la moderna concezione del tempo libero, la pianificazione su larga scala da parte di forze politiche, i cambiamenti climatici, la migrazione, gli ecosistemi umani e non umani, la conservazione guidata dal mercato, la coesistenza artificiale e organica e altre forme di sperimentazione radicale che stanno alterando i paesaggi attraverso il mondo.”

Rem Koolhaas è in contatto con il settore dell'orticoltura da alcuni anni, rimanendo colpito dal contributo che l’agricoltura offre a questioni globali come energia, acqua, approvvigionamento alimentare, sicurezza alimentare, sostenibilità. Attratto dalla ricerca tecnologica nei settori agricolturali, Outdoor ma soprattutto indoor, l’Architetto Koolhaas ha quindi creduto di sollecitare l’industria Agricoltura a sostenere la mostra al Guggenheim.
Rem Koolhaas Achistar olandese ha principalmente invitato imprenditori e stakeholders del suo paese, tra i più innovativi e sperimentatori nel campo della ricerca agricolturale, come World Horti Center, NethWork, Koppert Biological Systems, Koppert Cress e naturalmente AMO / OMA.

Grande spazio avrà naturalmente il Vertical Farming.
Ci sarà una produzione agricola verticale trasparente di fronte al museo Guggenheim in cui saranno principalmente coltivati Pomodori Cherries, con luci LED e idroponica.
Oltre agli organizzatori sopra, saranno naturalmente Partners del progetto-installazione Priva, Infinite Acres, Grodan, PL Light, Signify, PATS ed altri.

L’esposizione durerà fino ad Agosto 2020 e crediamo, a buon ragione, che potrà nascere un Manifesto importante del Vertical Farming che porterà diffusione ed aprirà concreti dibattiti anche dove non ancora cresciuti.

Open 10am - 8pm
Dal 20 Febbraio 2020 al 14 Agosto 2020.

CONTACT and information:

Booking and Tickets: https://www.guggenheim.org/exhibition/countryside

Twitter #countrysidethefuture
Fb #countrysidethefuture

Add Comment